Terapia con Onde d’Urto Focali

Pubblicato il 4 maggio 2019

Presso lo studio del dott. De Ponti è possibile eseguire trattamenti con onde d’urto focali con strumenti di ultima generazione. Ma in cosa consiste questa terapia? Che differenze ci sono tra i vari tipi di onde d’urto?

Onde d’urto: un po’ di chiarezza 

Cosa sono

Le onde d’urto sono onde acustiche ad alta energia. Si tratta di impulsi sonori in grado di produrre una stimolazione meccanica, contraddistinti da una particolare forma d’onda che raggiunge molto rapidamente un livello di pressione positiva, seguito da un’altrettanto rapida, ma di intensità minore, fase di pressione negativa.

Ambiti di applicazione

L’utilizzo delle onde d’urto in medicina ha trovato inizialmente applicazione in urologia  specificatamente nel trattamento dei calcoli renali e solo in un secondo momento inortopedia per il trattamento di alcune patologie muscolo-scheletriche, in campo estetico per il trattamento delle celluliti e in ambito andrologico per la disfunzione erettile maschile.

Tipologie di onde

Esistono due tipi di onda d’urto:

Le onde d’urto radiali non possono essere concentrate alla profondità desiderata perchè si irradiano su tutta la superficie che deve essere trattata disperdendosi radialmente attraverso la pelle. Sono poco efficaciper il trattamento di patologie muscolo tendinee.

Le onde d’urto focalizzate sono, invece, onde la cui energia viene concentrata, focalizzata per l’appunto, su un unico punto della parte da trattareandando maggiormente in profondità e permettendo così la risoluzione del problema in un minor numero di sedute.

Le onde d’urto radiali possono essere utilizzate dai fisioterapisti, quelle focali esclusivamente da un medico laureato (manu medica). E’ bene, inoltre, tenere presente che una seduta di onde d’urto radiali è molto meno costosa di una seduta di onde focali. Per quest’ultime si parla di una differenza che può raggiungere anche il triplo del costo di base di un’applicazione radiale.

Efficacia in ambito ortopedico

Il trattamento con onde d’urto riduce l’infiammazione e la sintomatologia dolorosa mediante l’inibizione dei recettori specifici e migliora la mobilità dell’articolazione trattata.

Servono, inoltre, per ipervascolarizzare le zone da trattare e rompere le microcalcificazioni.

Numerosi studi scientifici dimostrano l’efficacia terapeutica nel trattamento di:

Sensazione dolorosa durante l’applicazione

Il funzionamento sia delle onde d’urto radiali che di quelle focali provoca un impatto che genera una risposta vibratoria e che si propaga nella zona trattata andando ad impattare su tessuti duri come le ossa o i tendini e i legamenti. Quindi maggiore sarà la forza di impatto, maggiore sarà la forza d’urto che si trasmetterà al tessuto infiammato e quindi purtroppo è possibile che il paziente avverta una sensazione dolorosache dovrà essere tenuta sotto controllo dall’operatore. E’ infatti sufficiente ridurre l’intensità del trattamento eventualmente aumentando il numero di sedute terapeutiche per ottenere un’ immediata riduzione del dolore.